Un forte invito alla riforma della nostra comunità cristiana

Nel nuovo Piano pastorale diocesano del vescovo il testo biblico che avvia la riflessione è quello dei discepoli di Emmaus del capitolo 24 del vangelo di Luca, ma la lettura che viene offerta è stimolante e capace di farci pensare: “L’allontanamento dei due discepoli di Emmaus da Gerusalemme – scrive monsignor Merisi a pagina 13 del piano pastorale -, dal luogo dove la Comunità è riunita, come anche la delusione dipinta sul loro volto, sembra descrivere la condizione in cui vivono oggi molti cristiani ed insieme l’impegno della Chiesa nel tentativo di ritrovare chi si è allontanato. Cosa ha deluso tanti nostri fratelli e sorelle così da indurli ad allontanarsi dalla Chiesa..? Cosa spinge molti di loro a cercare altrove..? Perché la maggior parte dei battezzati diserta le nostre assemblee liturgiche, i nostri cammini formativi?”. Sono interrogativi che devono trovare spazio in noi e ci chiamano al centro del rapporto tra il Vangelo, la Chiesa e gli uomini di oggi. Ci chiedono di riflettere sulla testimonianza che offriamo come comunità cristiana, ci invitano a una lucida e coraggiosa autocritica per essere discepoli più autentici di Gesù.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi