Vita della comunità 8/21

Amiche e amici,
mercoledì scorso abbiamo inaugurato la Quaresima con il rito dell’imposizione delle ceneri. Ora si tratta di considerare la necessità di portare a termine il rito con il suo “passaggio nella mente” (così con libertà traduco il termine metanoia, che i testi biblici greci usano per indicare la conversione): la cenere posata sul capo, per essere efficace, deve penetrare nel cervello, e diventare oggetto di riflessione a proposito della direzione della vita. Senza questa seconda fase del rito, che avviene non in chiesa, ma in casa, per strada, sul lavoro, a scuola, quando ci si dedica alla cultura e quando ci si dà allo svago, la prima fase, quella della celebrazione, non ha molto senso, resta qualcosa di incompiuto. Penso che ciascuno di noi dovrebbe cercare di “tradurre” il simbolo della cenere, collegandolo a un punto critico della sua vita, quello che richiede con urgenza una svolta, una trasformazione. Auguro a tutti noi di vivere una Quaresima proficua per la nostra esistenza.

Propongo un momento di preghiera: all’appuntamento consueto della messa quotidiana aggiungiamo la celebrazione della Via Crucis, il venerdì alle 17.15.

Propongo un momento di riflessione: giovedì 25 febbraio, alle 21, sarà possibile seguire in streaming una meditazione di carattere pasquale, che prenderà spunto dai due quadri che Caravaggio ha dedicato al tema della Cena di Emmaus. Inizialmente erano previsti due serate, promosse dal Gruppo, ma la modalità – come sempre un po’ faticosa – degli incontri a distanza, ha suggerito di limitare l’offerta. La meditazione, che avrà come titolo: “A cena con Gesù. Caravaggio”, sarà guidata da me, con il sostegno di don Roberto come promotore dell’iniziativa e di Luca Alquati per il supporto tecnico. A suo tempo saranno date le informazioni necessarie per il collegamento. In ogni caso siamo a disposizione, Luca, don Roberto ed io, per ogni chiarimento.

Propongo un gesto di solidarietà: come vi ho anticipato la scorsa settimana, destineremo la raccolta delle offerte di domenica 28 febbraio all’acquisto dell’arredamento necessario al nuovo dormitorio che la nostra diocesi sta allestendo per le persone senza casa. Il denaro che verrà raccolto lungo tutta la Quaresima nelle bussole che stanno nelle chiese di San Lorenzo e Sant’Agnese, sarà devoluto a questo scopo.

Auguro a tutti buona settimana

Don Emilio – con me vi saluta don Roberto

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.